Adotta il tuo albero
di Bergamotto e di Calabria

Il mistero del Bergamotto

“Da dove veniamo? Che siamo? Dove andiamo?”

 

Se si potesse dare voce al titolo del celebre quadro di Gauguin in riferimento alle origini del bergamotto, avremmo molte risposte… di cui però nessuna certa!

 

Il Bergamotto è considerato un vero e proprio mistero botanico: possiede delle caratteristiche che portano a pensare che derivi da una mutazione genetica di altri frutti; alla vista può essere scambiato per un agrume qualunque, poiché la dimensione e la forma corrispondono a quella dell’arancia mentre il colore corrisponde a quello del limone. A contraddistinguerlo da questi ultimi due, è la sua soave fragranza.

 

In alta percentuale viene classificato come una sottospecie dell’arancio amaro Citrumelo Swingle perché, al momento della nascita, la piantina ottenuta è un arancio selvatico amaro, non un bergamotto! Quest’ultimo diventerà tale nel secondario momento di innesto.

 

Ma da dove proviene esattamente questo frutto?

 

Alcuni studiosi sostengo che ebbe origine nel territorio catalano spagnolo, a Berga, da dove fu importato. La leggenda narra che un moro avrebbe venduto un rametto di bergamotto, in cambio di diciotto scudi, ai signori Valentino di Reggio Calabria che lo avrebbero innestato su un arancio amaro, in un loro possedimento in un quartiere situato a ridosso della costa jonica.

 

Il territorio in questione è quello spagnolo, ma il commerciante era un moro, ossia un arabo. Per questa ragione, la leggenda ci riporta anche alle presunte origini arabe del frutto: gli arabi coltivavano l’arancio amaro fin dal secolo nono, nei Paesi Mediterranei arrivò nei primi anni del secondo millennio.

 

Anche il nome “Bergamotto” pare derivi dalla lingua turca o araba, nella quale significa “Signora delle Pere“.

 

Alcuni, affascinati dalla figura dell’uomo che scoprì il Nuovo Mondo, Cristoforo Colombo, sostengono l’improbabile ipotesi che questi avrebbe scoperto il frutto nelle Antille o le Canarie e avrebbe portato con sé la pianta nel viaggio di ritorno.

 

C’è chi parla di origini cinesi o greche… chi sostiene la seconda in realtà non sbaglia! Reggio è infatti una delle prime città-stato fondate dai Greci e la prima in Calabria; ma oltre a questo collegamento, non ci sono prove che attestano che la patria del frutto sia situata più ad oriente.

 

L’ipotesi più forte è che il Bergamotto sia un frutto puramente autoctono: un ibrido creato artificialmente dai calabresi nel XIV secolo, un agrume unico chiamato “Limon Pusillus Calaber”. Testimonianze storiche dimostrano che in Italia veniva utilizzato già in pieno Rinascimento alla corte del duca di Firenze Cosimo I de’ Medici.

 

Considerata l’unicità della pianta, il fatto che cresca unicamente in una fascia lunga circa 150 km nel territorio di Reggio Calabria e gli arretrati mezzi di trasposto di quel tempo, la provenienza autoctona sembra l’ipotesi più probabile.

 

Cogli l’opportunità di assaporare questo frutto, tanto conteso e discusso, quanto prezioso e sublime. Adotta il Tuo Albero di Bergamotto e attingi al tuo personale appezzamento di terreno, la Vera Terra in cui si sviluppa l’originale Bergamotto bio.

 

Clicca qui per Adottare il Tuo Albero di Bergamotto