Adotta il tuo albero
di Bergamotto e di Calabria

La profumata storia dell’Oro Verde di Calabria

Oggi voglio farti fare un salto nel passato per farti scoprire in quale esatto momento storico il Bergamotto ha acquisito la sua fama ed il suo valore.

 

Ci troviamo nel 1600, a Parigi.

 

Si narra di un gentiluomo siciliano, Francesco Procopio de’ Coltelli e del suo emozionante viaggio, iniziato proprio dalla sua Sicilia, grazie al quale farà la sua fortuna in Francia dove aprirà il primo Cafè di tutti i tempi, il famoso “Cafè Procope”.

 

Ma procediamo per gradi. Procopio dei Coltelli era un cuoco che decise di partire da Palermo, motivato dal suo grande spirito imprenditoriale, per ampliare un’attività ereditata da suo nonno: l’innovativa produzione di sorbetti, “antenati” del gelato, che quest’ultimo aveva appreso direttamente dagli arabi.

 

Nel suo passaggio da Messina alla sponda reggina dello stretto, venne a contatto con un frutto il quale sapore e profumo lo lasciarono estasiato, a tal punto, da decidere di esportarlo. Il frutto il questione era proprio il Bergamotto di Reggio Calabria.

 

Procopio arrivò alla splendida reggia di Versailles con dei fusti di rame contenenti un denso e profumatissimo liquido: l’acqua di Bergamotto.

 

Non appena il Re Sole, Luigi XIV, sentì la splendida fragranza emanata, se ne innamorò.

 

Fu lui il primo ad introdurre l’Essenza di Bergamotto nella sua toilette mattutina, col duplice intento di inebriare di questa fragranza qualsiasi luogo in cui si trovasse e di coprire eventuali cattivi odori che emanava: nella Parigi seicentesca l’utilizzo dell’acqua era sconsigliato dai medici in quanto pensavano che fosse mezzo per le peggiori malattie.

 

L’intera Versailles iniziò ad imitare il sovrano, trovando un’efficace soluzione ai problemi igienici e cattivi odori. Nacque così l’industria profumiera francese.

 

Ma Procopio non dimenticò l’intento con cui partì dalla sua Sicilia, così presentò al Re Sole i suoi squisiti sorbetti e la sua fama salì alle stelle.

 

Da quel momento, Francesco Procopio Cutò, diventò Francois Procope des Couteaux (dei Coltelli): il suo cognome originale fu modificato in seguito alla traslitterazione francese. Ebbe dal Re la lettera patente, ossia a concessione reale, per la produzione dei suoi prodotti unici: i suoi sorbetti al bergamotto o agli agrumi e le acque gelate (granite).

 

Siamo nel 1686, al numero 13 di Rue de L’Ancien Comedie, di fronte alla famosa Co­mé­die-Fra­nçai­se; Procopio vede venire alla luce il suo Cafè Procope, quello che oggi è riconosciuto come il più antico cafè del mondo ed il locale più frequentato da personalità come Napoleone, Benjamin Franklin, Voltaire, Hugo, Balzac, D’Alembert, Diderot, Robespierre e molti altri.

 

Il gusto che conquistò questi personaggi fu proprio quello del Bergamotto di Calabria, poiché unico ed irreperibile.

 

Cosa aspetti a farti sedurre dal gusto unico del frutto originale che ha conquistato l’intera Francia seicentesca?

Adotta il tuo Albero di Bergamotto per avere a disposizione il reale Oro Verde di Calabria; potrai produrre il tuo sorbetto con i frutti del tuo albero BergAmore, completamente Bio, gli unici che ti garantiscono l’opportunità di assaporare il gusto come quello del 1600!

 

Clicca qui per Adottare il Tuo Albero di Bergamotto BergAmore